Relazione sulla gestione e Rendiconto 2017: Riflettiamoci su…

Pochi giorni prima del Consiglio Comunale nel quale avrebbe dovuto sostanziarsi l’approvazione del Bilancio di Previsione (Consiglio che ha invece sancito, con grande rammarico, la caduta dell’Amministrazione Lucilla) si era scritto in maniera dettagliata a proposito di quelli che sarebbero stati gli indirizzi di prossima attuazione da parte dell’Amministrazione [https://prodigiopergioia.wordpress.com/2018/05/09/sui-piatti-della-bilancia-future-possibilita-e-concrete-realta/]. Si parlava di un’equa distribuzione delle risorse, che avrebbe permesso manutenzioni (ad immobili e strade), accatastamenti e volture degli immobili non registrati, misure volte al decoro e alla vigilanza della città, attività teatrale di spettacolo e formazione, realizzazione di eventi, implementazione della Biblioteca Comunale, promozione sportiva, monitoraggio della qualità dell’aria, bonifica dell’amianto, contrasto all’abbandono dei rifiuti e tanto altro…

Numerose sono state le critiche ricevute in merito agli indirizzi dettati (giudicati non condivisibili e supportati da stanziamenti poco attendibili) da parte di chi si è assunto la responsabilità di far cadere l’Amministrazione in un momento assai delicato, lasciando una città allo sbando.

Ebbene, dalla Relazione sulla gestione e dallo Schema di rendiconto, approvati dal Commissario Prefettizio con Deliberazione n. 61 del 05/07/2018, appare evidente che nulla è stato variato per quanto concerne le risorse già destinate dalla scorsa amministrazione per la realizzazione degli indirizzi politici.

Dal Rendiconto 2017 emerge un avanzo libero (cioè denaro in cassa liberamente spendibile) di € 1.202.720. Le uniche variazioni apportate, sono state di carattere tecnico e dovute alla rilevazione di due debiti fuori bilancio, sopravvenuti in seguito alla caduta dell’Amministrazione Lucilla: uno di € 153.814,00 nei confronti della società Tributi Service SRL ed uno di € 1.401.598 dovuti alla Città Metropolitana di Bari (ex Provincia) per le somme incassate dall’Ente a titolo di addizionale provinciale 4% e non versate per gli anni dal 2004 al 2016 (quindi non pagate dalle “competenti” amministrazioni antecedenti a Lucilla).

Considerato che una parte di detti debiti trova copertura nella quota di accantonamento vincolato nel risultato di amministrazione (quella parte di denaro messo saggiamente da parte per fronteggiare eventuali necessità finanziarie di difficile previsione), precisamente per € 807.980, il provvedimento adottato dal Commissario è stato quello di destinare l’avanzo libero per il pagamento dell’intero debito nei confronti di Tributi Service e per € 485.209 per la copertura di parte del credito vantato dalla Città Metropolitana.

È stata rilevata quindi solamente una riduzione di quello che abbiamo chiamato, per semplicità, denaro in cassa a € 563.696, avanzo effettivo da applicare al bilancio di previsione 2018.

Si sostanzia in questo modo una scelta ben precisa da parte del Commissario che, intervenendo soltanto in maniera tecnica per coprire i debiti sopravvenuti ed accertare la veridicità del credito vantato dalla Città Metropolitana (comunque da verificare), ha lasciato intatte le risorse stanziate dall’Amministrazione Lucilla, evidentemente non considerandole scellerate, bensì attendibili ed idonee al perseguimento e alla realizzazione dell’indirizzo politico dettato. Forse gli scellerati erano proprio coloro che non versavano le somme dovute alla Città Metropolitana e che ora graveranno sui cittadini. Pensano davvero di far credere che erano loro i “competenti”? Ad ognuno le proprie valutazioni.

Movimento Pro.di.Gio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...