Chi siamo

PRO.di.GIO. è un Movimento civico costituito in Gioia del Colle (Bari), il cui significato è PROGETTI DI GIOIA, che si inserisce nello scenario politico cittadino in maniera autonoma ed indipendente dalle coalizioni e dai partiti tradizionali per stimolare la partecipazione attiva dei cittadini alla politica.

PRO.DI.GIO. nasce alla fine del 2011 in un periodo in cui la crisi amministrativa del Comune di Gioia del Colle induce un gruppo di cittadini ad organizzarsi per realizzare un’analisi approfondita delle problematiche amministrative e sociali della città. In un secondo momento si procede ad una elaborazione di una serie di PROGETTI che hanno fondamentalmente i seguenti presupposti:

  1. la piena condivisione da parte dei cittadini aderenti che, per lo più, portano all’interno del movimento anche le idee delle associazioni di provenienza;
  2. la concreta compatibilità di tali progetti con il bilancio comunale degli ultimi anni;
  3. la possibilità di consegnare tali idee progettuali a coloro che si proporranno come amministratori della città al successivo turno elettorale.

PRO.DI.GIO nasce in un contesto in cui lo scenario politico locale impedisce, per due amministrazioni di seguito, la regolare amministrazione della città in conseguenza di una evidente incapacità del dialogo indispensabile – vieppiù vista la difficile congiuntura generale del paese – per  affrontare le delicate questioni attinenti all’amministrazione e allo sviluppo della città. Da tali considerazioni è emersa la necessità di proporre un movimento assolutamente fuori dagli schemi soliti e che desse voce vera ai cittadini di tutte le estrazioni culturali e sociali; ciò si considerava fosse impossibile in uno scenario politico o ideologizzato, cioè legato a schemi obsoleti di visione della società legata a una prospettiva di tipo collettivista o di tipo individualista, oppure legato a schemi opportunistici di fatto.

L’impegno di PRO.DI.GIO. appariva subito quello di un movimento che potesse dare voce ai cittadini comuni con lo scopo di far  loro riacquistare la fiducia ed il rapporto con l’istituzione pubblica e dare infine ad essi anche la possibilità di proporsi come amministratori del bene comune. Per questo il movimento appena nato già si proponeva come alternativa concreta agli schemi partitici preesistenti per l’amministrazione della città.

Annunci