Linee Guida

LINEE GUIDA DEL MOVIMENTO PRO.DI.GIO RELATIVE ALLA PRESENTAZIONE DI
CANDIDATURE PER LE ELEZIONI COMUNALI 2019

PREMESSA

La particolare situazione politica, economica e sociale gioiese richiede che tutti
coloro che intendano partecipare attivamente alla vita politica ed amministrativa, in
rappresentanza del Movimento Pro.di.Gio., siano disposti a dedicare disponibilità di
tempo ed impegno personale, assolutamente necessari per gli approfondimenti
tecnici relativi al programma che sarà alla base della prossima campagna elettorale.
Il continuo cambiamento del quadro normativo nazionale necessita di un costante
aggiornamento e di un assiduo impegno per l’approfondimento delle complesse
problematiche che caratterizzano il funzionamento della macchina amministrativa
locale per cui viene richiesta la massima consapevolezza della responsabilità del
ruolo che dovrà essere assunto.

FINALITA’

Il candidato Sindaco, coloro che saranno presentati come Assessori ed i candidati
Consiglieri dovranno disporre delle conoscenze tecniche e professionali che possano
permettergli di affrontare l’oneroso compito di dare l’indirizzo politico per sostenere
l’azione di governo senza farsi sommergere dalla complessità della macchina
amministrativa.
L’impegno non dovrà essere solamente profuso da coloro che saranno chiamati ad
amministrare, ma da tutti i soci ed i simpatizzanti degli stessi Movimenti. Solo con
l’impegno, il riconoscimento dei valori e dei principi che costituiscono il progetto
oltre che con le conoscenze professionali di tutti si riuscirà a dimostrare, ancora una
volta, che è possibile amministrare questa Città in maniera rispettosa della legge e
del bene comune.
La partecipazione attiva richiesta a tutti i cittadini, la trasparenza delle
documentazioni amministrative e la pubblicità che il Movimento darà alla propria
azione di governo del Comune esporranno, molto più che nel passato, gli
Amministratori ed i Consiglieri all’oggettiva valutazione o comunque al giudizio della
popolazione, per cui risulterà sempre più importante disporre di candidati preparati,
disponibili e che soprattutto tengano fede all’impegno iniziale preso.

CARATTERISTICHE DEI CANDIDATI

Il presente documento definisce le “Linee Guida” che il Movimento Pro.di.Gio si
impegna ad applicare per la scelta dei candidati in occasione delle prossime elezioni
amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale e delle cariche di governo della
Città e non ha la finalità di limitare, in nessun caso, la volontà di tutti i Soci a
partecipare alla competizione elettorale ed a sentirsi parte attiva della stessa.
Lo scopo quindi è quello di creare un gruppo di candidati preparati, motivati e
rispettosi dell’impegno preso.
E’ evidente che non saranno candidabili tutti coloro che a vario titolo abbiano
concorso al degrado morale, politico ed economico del nostro paese.
Si ritiene necessario che:

• Non abbiano subito condanne penali, non siano stati rinviati a giudizio o
sottoposti ad indagini per reati di natura dolosa;
• Non abbiano preferibilmente ricoperto incarichi in precedenti amministrazioni
con altri partiti o movimenti civici ad esclusione del Movimento Pro.di.Gio o
dell’eventuale altro Movimento con cui sia stato concluso un accordo
elettorale;
• Abbiano attivamente partecipato alla stesura del “Programma Elettorale”;
• Siano a conoscenza delle complesse problematiche comunali che dovranno
essere necessariamente risolte.

  1. Candidati Consiglieri

• Siano Soci o simpatizzanti della coalizione o di altro Movimento con cui sia
stato concluso un accordo elettorale ed un programma condiviso;
• Non abbiano subìto condanne penali, non siano stati rinviati a giudizio o non
siano indagati per reati di natura dolosa;
• Non abbiano preferibilmente ricoperto incarichi in precedenti amministrazioni
con altri partiti o movimenti civici ad esclusione del Movimento Pro.di.Gio o
dell’eventuale altro Movimento con cui sia stato concluso un accordo
elettorale;
• Abbiano attivamente partecipato alla stesura del “Programma Elettorale”;
• Abbiano specchiata onestà e correttezza di comportamento;
• Siano a conoscenza approfondita delle complesse problematiche
amministrative comunali e delle norme che regolamentano il ruolo ed il
funzionamento del Consiglio Comunale.

MODALITA’ DI NOMINA

  1. Nomina degli Assessori

I possibili Assessori potranno essere proposti dal candidato Sindaco e da ciascun
Socio in relazione alle caratteristiche necessarie per ricoprire l’incarico.
Indispensabile per proporne la nomina dovrà essere l’effettiva partecipazione dei
candidati alle attività preparatorie del “programma di mandato”. Non è
indispensabile che i candidati assessori siano effettivamente Soci del Movimento.
Tra gli Assessori proposti il Sindaco avrà potere di individuare la squadra di governo.
Tale procedura sarà valida anche per gli Assessori individuati in caso di coalizione
con altro movimento civico o per rappresentanti della società civile.
2. Nomina dei candidati Consiglieri
I Soci od i Simpatizzanti che si propongono come candidati Consiglieri dovranno
formalizzare le propria disponibilità ai rispettivi Coordinamenti.
La votazione per la nomina dovrà avvenire, a voto segreto, nel corso dell’Assemblea
Generale di ciascun Movimento (per Pro.di.Gio. ai sensi dell’art. 12 dello Statuto)
appositamente convocata. Ciascun movimento dovrà successivamente approvare la
lista definita dagli altri movimenti di coalizione. In caso di non approvazione, la lista
deve essere rivista e successivamente approvata con i medesimi criteri.

CONDIZIONI PER L’ESPLETAMENTO DEL MANDATO

Il mandato dovrà essere svolto da tutti i Consiglieri con vincolo di partecipazione
continua al movimento di appartenenza nel rispetto del ruolo rivestito e degli
impegni assunti con il movimento stesso. La coalizione richiede, comunque, che gli
indirizzi di carattere politico, attinenti gli interessi specifici della collettività, siano
discussi e coordinati con i rappresentanti dei Movimenti.
Il rifiuto di attenersi alla realizzazione del programma di mandato e in generale dalla
linea politica dei movimenti, ovvero una scorretta azione amministrativa, anche non
consistente reato, sarà oggetto di valutazione da parte del Coordinamento del
proprio Movimento che potrà decidere in merito al prosieguo del percorso politico
del consigliere interessato anche mediante l’espulsione dal movimento di
appartenenza.

Ogni Consigliere dovrà:
• partecipare attivamente all’attività consigliare;
• studiare ed approfondire le diverse problematiche legate all’attività
amministrativa in essere;
• assumere un atteggiamento propositivo e di collaborazione con la squadra di
governo;
• assumere un ruolo sinergico tra l’amministrazione e il movimento.
• In caso di nomina a capogruppo consiliare di esercitare lo stesso con particolare
impegno all’azione politica di raccordo, impegno previsto dalla normativa
vigente e particolarmente richiesto dal/dai movimento/i.

CONCLUSIONI

Tutti i Candidati e gli Assessori nominati dovranno dimostrare un costante e
continuo interesse all’azione politica dei Movimenti e partecipare alla soluzione
delle diverse problematiche riguardanti l’intera collettività anche nel rispetto del
ruolo consiliare assunto (capogruppo consiliare, presidente del consiglio, …).

LINEE GUIDA DEL MOVIMENTO PRO.DI.GIO RELATIVE AD ACCORDI
ELETTORALI CON ALTRI MOVIMENTI CIVICI

Il presente documento definisce le “Linee Guida” che il Movimento Pro.di.Gio. si
impegna ad applicare nel caso in cui dovesse risultare necessario definire con altri
Movimenti/partiti/associazioni presenti nel quadro politico gioiese accordi
elettorali, di partecipazione ad attività politiche o a manifestazioni che richiedano un
maggiore peso politico.
Certamente, ed è appunto questa, la finalità del presente documento, non potranno
essere assunte decisioni o definiti accordi elettorali che stravolgano lo spirito
costituente del Movimento Pro.di.Gio. secondo quanto previsto dall’art. 2 dello
Statuto.

MODALITA’ ATTUATIVE

E’ considerato indispensabile ed assolutamente non discutibile che il Movimento o
le Associazioni che ritengano di potersi coalizzare abbiano nel loro Statuto le
medesime finalità che caratterizzano il Movimento Pro.di.Gio. (previste dall’art. 2
dello Statuto di Pro.di.Gio).
Inoltre, i Movimenti e le Associazioni che richiederanno di potersi coalizzare
dovranno riconoscere con proprio documento, od avere già depositato con il
proprio Statuto, un Codice Etico che, sostanzialmente, sia in armonia con il Codice
Etico di Pro.di.Gio.
La richiesta di un eventuale accordo elettorale, di partecipazione ad attività politiche
congiunte o a manifestazioni politiche potrà essere presentata al Coordinamento di
Pro.di.Gio. da parte dei legali rappresentanti di altri Movimenti;
la richiesta deve essere presentata per iscritto e deve contenere la dichiarata
esplicita accettazione dei valori che caratterizzano il Movimento Pro.di.Gio. nonché
la condivisione dei programmi elettorali che eventualmente dovessero essere decisi
congiuntamente.
Qualora le finalità siano compatibili con lo Statuto del Movimento, il Coordinamento
presenterà, con motivata valutazione, la proposta di ACCETTAZIONE O RIGETTO
all’Assemblea Generale di Pro.di.Gio appositamente convocata.
L’Assemblea Generale a maggioranza assoluta deciderà se accogliere la richiesta. Il
Coordinamento sarà successivamente delegato a definire con il
Movimento/Associazione le modalità attuative della costituenda coalizione.

CONDIZIONI IRRINUNCIABILI

Condizioni irrinunciabili per la costituzione della coalizione e sottoscrizione del
“Patto di Coalizione” sono:
1. la definizione di un programma elettorale perfettamente condiviso che
successivamente dovrà essere confermato quale “Programma di mandato”
della nuova amministrazione. Ogni variante, eventualmente necessaria, dovrà
essere concordata tra i Coordinamenti dei Movimenti della coalizione
costituenda;
2. l’individuazione consensuale del candidato Sindaco, secondo una procedura
concordata prima della sottoscrizione del Patto;
3. la definizione, secondo una procedura concordata prima della sottoscrizione
del patto di coalizione, della composizione della Giunta e di coloro che
saranno indicati (al di fuori della Giunta) come destinatari di particolari
compiti;
4. la reciproca approvazione dei candidati da inserire nelle liste della coalizione;
5. la verifica congiunta delle candidature di chiunque abbia avuto incarichi nelle
amministrazioni precedenti per la necessaria approvazione;
6. l’esclusione dagli incarichi e dalle candidature di chiunque sia stato
condannato o rinviato a giudizio per “reati di natura dolosa”;
7. la sospensione dalla appartenenza alla coalizione nel caso di “rinvio a
giudizio”, di uno o più Consiglieri (per il Sindaco opera la legge Severino), per
gli Assessori verifica della opportunità di conservare le delega, per reati
connessi con l’azione amministrativa;
8. la verifica a metà mandato del raggiungimento degli obiettivi presentati in
campagna elettorale.
Qualora un Movimento esterno al progetto Pro.di.Gio. volesse aderire alla
coalizione dovrà farlo improrogabilmente entro il 31.01.2019.

 

Movimento Pro.di.Gio.
cropped-loghi