Codice Etico

ART. 1

Il presente codice etico del movimento PRO.DI.GIO. vincola tutti gli aderenti.

ART. 2

Tutti gli individui che aderiscono al movimento Prodigio si impegnano a rispettare le norme contenute nella Costituzione della Repubblica Italiana e ad improntare i propri comportamenti al rispetto dei valori etici e morali rinvenibili nelle stesse.

ART. 3

Tutti gli aderenti al movimento PRO.DI.GIO., ed ancor più chi tra questi ricopre carica pubblica cittadina, s’impegnano ad improntare i propri comportamenti ai principi di trasparenza, lealtà e correttezza, doverosi nei confronti degli altri membri del movimento, della collettività, della Politica e delle Istituzioni cittadine.

ART. 4

Il movimento PRO.DI.GIO. si impegna a non candidare nelle proprie liste elettorali chiunque abbia già ricoperto una carica pubblica conseguita con il sostegno di altro partito politico.

ART. 5

Tutti gli individui che aderiscono a PRO.DI.GIO. si impegnano affinché le differenze di sesso, religione, etnia, non rappresentino un ostacolo alla partecipazione politica, bensì un’opportunità di crescita culturale. La discriminazione sarà bandita ed osteggiata in ogni sua forma ed in ogni sua manifestazione al fine di realizzare appieno il contenuto dell’art. 3 della Costituzione della Repubblica Italiana. In particolare i comportamenti saranno sempre ispirati al pieno rispetto delle leggi, in generale, e delle regole concordate, in particolare.

ART. 6

Tutte le azioni intraprese, le iniziative portate avanti dai singoli e dagli organi del movimento saranno il risultato di un costante confronto improntato alla democrazia, esulando perciò da ogni prevaricazione derivante da ruoli eventualmente ricoperti all’interno del movimento o al di fuori di questo.

ART. 7

Tutti coloro che fanno parte del movimento PRO.DI.GIO. si impegnano a mantenere con la popolazione gioiese un comportamento corretto e ad effettuare un continuo lavoro di informazione della stessa circa lo stato della città, l’operato degli amministratori pubblici e tutto ciò che concerne il pubblico interesse. Non abuseranno mai di cariche istituzionali per trarne giovamento personale, sia esso di natura economica o altro. In particolar modo, si impegneranno a rinunciare immediatamente a qualunque incarico o carica istituzionale qualora, a causa dello svolgimento della propria attività lavorativa sul territorio gioiese, si dovesse paventare un eventuale conflitto di interessi.

ART. 8

Tutti coloro che, ricoprendo un incarico istituzionale comunale, decidessero di concorrere ad elezioni per cariche pubbliche provinciali, regionali, nazionali od europee, rassegneranno, prima della presentazione delle liste per le suddette competizioni elettorali, le proprie dimissioni dalla carica cittadina ricoperta.

ART. 9

Non potranno essere candidati nelle liste di PRO.DI.GIO. coloro i quali, alla data della presentazione delle liste elettorali, risulteranno: destinatari di decreto che ne dispone il giudizio; colpiti da sentenza di condanna, anche non definitiva. Se tali impedimenti si verificassero in seguito all’elezione a carica pubblica o a nomina a carica assessoriale, l’interessato rassegnerà immediate dimissioni. Tutti i candidati rendono disponibile la Dichiarazione dei Redditi dell’ultimo anno e quelle successive, in caso di elezione a carica istituzionale.

ART. 10

Nei confronti di tutti coloro i quali non dovessero adempiere alle prescrizioni dell’art 7 e 9, il Coordinamento sentenzierà, con decreto motivato, l’espulsione o la sospensione dal movimento.

ART. 11

Tutti coloro che rappresentano PRO.DI.GIO. sono tenuti a rispettare le linee guida dettate dal movimento e a non esporre personali posizioni a nome del movimento stesso. Coloro che assumono una carica istituzionale, qualora non dovessero concordare sulle linee definite all’interno di PRO.DI.GIO., rassegneranno immediate dimissioni.

Annunci