Strategie bilanciate

Data importante quella del 2 maggio per la prosecuzione dell’operato dell’Amministrazione Lucilla. Il Consiglio Comunale è stato chiamato a pronunciarsi riguardo l’approvazione del Documento Unico di Programmazione (DUP) e del Bilancio di Previsione per il triennio 2017-2019 con i relativi allegati.

Il primo ha la funzione di dettagliare ulteriormente il Programma di Mandato, individuando gli obiettivi strategici e operativi che gli Uffici devono perseguire in un arco temporale annuale e triennale. Guardando al recente passato, il DUP dell’Amministrazione Lucilla si differenzia in quanto allarga le proprie vedute ad una programmazione non meramente esecutiva delle azioni, ma ad una visione globale e lungimirante.

Il Bilancio di Previsione ha, invece, finalità autorizzativa: gli stanziamenti in entrata rappresentano le somme che si prevede saranno riscosse nel periodo di riferimento, gli stanziamenti in uscita indicano il tetto massimo di spesa che l’Amministrazione può sostenere per il raggiungimento degli obiettivi e delle missioni indicate nel DUP.

Si deduce che il bilancio di previsione si inserisce nella continuità amministrativa dell’Ente, che incide in maniera importante nella gestione dello stesso. Ad esempio, in questo bilancio, è stato necessario trovare le coperture finanziarie per le molte sentenze passive che ci hanno visto soccombere in passato, per il rimborso dei mutui contratti per la realizzazione di ingenti opere pubbliche e per la mole di residui attivi non incassati nel corso degli anni. Nonostante ciò, l’Amministrazione Lucilla ha avviato da un lato delle interlocuzioni con i creditori in merito alla possibilità di rateizzare quanto dovuto, dall’altro si è impegnata nella ricerca di accordi transattivi volti a ridurre l’impatto finanziario di eventuali passività future.

Di fondamentale rilievo è la coerenza tra quanto riportato nelle linee programmatiche, l’indirizzo dato all’azione amministrativa e le soluzioni che si stanno perseguendo. Un Bilancio impostato su una vera e propria “ristrutturazione” della città, che focalizza l’attenzione su una serie di tematiche principali volte a far riemergere Gioia sul panorama regionale e non.

Si tratta del primo Bilancio dell’Amministrazione Lucilla. Esso focalizza la sua attenzione sulle fondamenta delle problematiche di Gioia per poi passare a interventi puntuali sul territorio, con una visione strategica a lungo termine che verrà poi gestita operativamente dal PEG (Piano Economico di Gestione), il quale attribuisce le performance attese e funge anche da strumento di valutazione nel raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Il grafico allegato rappresenta in forma semplificata le missioni di spesa che interessano in maniera omogenea 4 settori principali:

  • tutela del territorio e ambiente, per investimenti, ad esempio, sui sistemi di depurazione, sulle bonifiche e sul rischio idrogeologico;

  • diritti sociali e famiglia, per investimenti sull’inclusione, i servizi sociali e l’istruzione;

  • servizi istituzionali, per il funzionamento dell’Ente Amministrativo per una maggiore efficienza e qualità dei servizi;

  • trasporti e infrastrutture stradali, per investimenti sulle strade e sulla mobilità.

Seguono poi le restanti aree di finanziamenti tra cui troviamo, ad esempio, sviluppo economico e innovazione, politiche giovanili, istruzione e diritto allo studio, ordine pubblico e sicurezza, territorio e edilizia abitativa, fondi e accantonamenti, tutela beni e attività culturali, soccorso civile, agricoltura, turismo, giustizia.

In conclusione, questo primo bilancio di previsione avvia in maniera determinante la realizzazione del programma di mandato anche in considerazione delle molte attività realizzate, o in corso di realizzazione, che presentano un impatto trascurabile sulle spese comunali, ma che caratterizzano in maniera rilevante l’attività di questa amministrazione. A mero titolo di esempio, si evidenziano alcune tra le attività più caratterizzanti, quali la nuova perimetrazione del parco Lama San Giorgio, l’avvio dello Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) interno all’Ente, la manutenzione delle scuole, il dissequestro del canile sanitario, la rigenerazione del campo Martucci, con l’ottenimento dell’omologazione a fronte di una spesa molto contenuta, i laboratori realizzati con Antenna PON, l’attività a scuola di Open Coesione, il Foia (Freedom of Information Act) ossia una legge sulla trasparenza della Pubblica Amministrazione, il progetto GIM, palestra per giovani imprenditori, le attività per l’agricoltura sociale e la pianificazione della nuova mobilità.

Tutto è perfettibile, ma quanto appena descritto è quello che si è potuto fare allo stato attuale. Grazie ad una conduzione attenta delle risorse negli anni prossimi sarà possibile migliorare la gestione della macchina amministrativa e della nostra città intera.

Passo dopo passo, pietra su pietra si stanno ponendo le basi per una rigenerazione e un rilancio della nostra città, con le braccia aperte all’esterno e lo sguardo rivolto al futuro.

 

Coalizione “Un Impegno…in Comune”
Movimento Pro.di.Gio. e Movimento Solidarietà e Partecipazione

loghi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...