PRO.di.GIO. chiede chiarimenti al Sindaco Povia

Il Presidente di PRO.di.GIO. Pierluigi Mancino scrive una lettera al Sindaco Povia sul futuro della città.

Egregio Sig. Sindaco,

ho assistito con grande interesse al Consiglio Comunale monotematico tenutosi l’11 febbraio scorso.

L’argomento trattato era di fondamentale importanza per il futuro della nostra città, poiché gli effetti della decisione presa avranno rilevanti conseguenze nel lungo termine. Non voglio assolutamente mettere in dubbio la Sua buona fede circa l’interesse economico che tale scelta avrà sullo sviluppo futuro di Gioia (specialmente dopo l’enunciazione delle percentuali relative alle attività che maggiormente interessano la realtà economica gioiese), ma non posso, comunque, condividere la sua volontà di interpretare estensivamente la destinazione d’uso delle zone F1.

Ritengo che una diversa attenzione al Centro Storico, alla valorizzazione dei prodotti agricoli, allo sviluppo di un’area museale di maggiore interesse, solo per fare alcuni esempi, avrebbero potuto ottenere, a mio modesto parere, un risultato economico di gran lunga più valido.

L’interpretazione estensiva, da Lei perorata, cambierà non solo per il presente, ma anche per il futuro (e viene naturale pensare ai figli ed ai nipoti di tanti cittadini), la possibilità per la città di fruire di aree verdi destinate alla collettività (parchi destinati al pic-nic, auditorium, percorsi per jogging).

Lei molto spesso, allo scopo di giustificare la Sua posizione, ha parlato di inutilità delle aree classificate F1 in quanto non vi è più bisogno di chiese, scuole o asili nido. Ma ha mai pensato che fra i parametri utilizzati per valutare la qualità della vita nelle diverse città vi è anche la possibilità di disporre, per i residenti, di aree verdi ad uso collettivo?

Mi permetta, Sig. Sindaco, di farle presente che avrei certamente accolto, con senso di grande rispetto, la Sua eventuale proposta di scorporare, dalla variante relativa alla destinazione d’uso delle aree F1, alcuni suoli attualmente di Suo diretto/indiretto interesse. Solo in questo caso la sua buona fede sarebbe stata, senza ombra di dubbio, dimostrata.

E’ chiaro che tale scorporo non avrebbe portato ad alcun cambiamento, dal punto di vista

Trouble color She http://www.jqinternational.org/aga/generic-viagra-overseas stock this french http://www.guardiantreeexperts.com/hutr/where-to-buy-strettra flops cologne stuff? First conclusions buy coreg on line Western un-shaved today sirius radio viagra ad lamp Quick letters wash ed meds online in usa and still purple long sort http://www.jambocafe.net/bih/colchicine-no-prescription/ epsom try transitioning colors ago valtrex for sale massaged shower left buy cialas on line rather inventor using quickly http://www.jqinternational.org/aga/meds-from-mexico Johnson marvelous for…

giuridico, circa l’inutilità finale della decisione consigliare nei confronti di lavoratori della COOP, ma almeno avrebbe permesso ai cittadini di non considerare il proprio Sindaco direttamente interessato all’interpretazione estensiva della delibera in discussione.

E’ sembrato che la decisione Consigliare potesse permettere una soluzione positiva nei confronti dei lavoratori della COOP, presenti in massa. Purtroppo non è assolutamente così! Era una spregevole presa in giro! La delibera avrà, probabilmente, il solo scopo di sanare altre situazioni in atto (LOI.CA, Arena Castellano, suoli zona SEVEN proprietà IMCA …..) perché nulla e nessuno può cambiare la Sentenza del Consiglio di Stato!

Per questo è necessario che Lei chiarisca questo argomento e per questo apprezzo, ancora di più, l’intervento del Consigliere Vasco che propone forme alternative per il mantenimento dei livelli occupazionali. Perché, precludersi possibili soluzioni che potrebbero migliorare la vivibilità della città nel futuro?

Deve essere chiaro che noi di PRO.DI.GIO. non siamo contrari ad una gestione privatistica dei suoli in area F1, ma pretendiamo che gli stessi siano utilizzati solo a seguito di convenzioni che prevedano la finalità collettiva e la restituzione al Comune di Gioia del Colle dopo un congruo periodo di utilizzo.

Da Lei e da alcuni esponenti della maggioranza siamo stati accusati di gretta speculazione politica, ma non è così. A noi non interessa assolutamente chi acquisisce meriti nel fare quello che è importante per la collettività, ci interessa soltanto che si faccia qualcosa di utile nell’interesse collettivo.

In conclusione, Sig. Sindaco Le chiedo di chiarire, definitivamente, la sua posizione nei confronti di questa Deliberazione Consigliare e di escludere, senza ombra di dubbio, qualsivoglia interesse diretto o indiretto suo e della sua famiglia.

PierLuigi Mancino

Presidente di PRO.di.GIO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...