Pro.di.Gio. propone gli Orti Urbani per Gioia del Colle

“Orti urbani”; “Orti sociali”; “Orti di vicinato”.

Comunque li si voglia chiamare l’Italia da sud a nord è piena di esempi virtuosi di cittadini che hanno “approfittato” di terreni abbandonati, aiuole cittadine trascurate, piccoli appezzamenti di suolo pubblico o privato, beni confiscati e persino giardini condominiali per riscoprire un modo di vivere più autentico, seppure in contesti urbani che poco hanno di campagna.

Esperienze che oggi contano in tutta Italia oltre 21 milioni di cittadini coinvolti.

Sulla base dei modelli già sperimentati sul territorio nazionale ed internazionale e dei benefici che hanno apportato alle comunità in cui sono messi in atto, Pro.di.Gio. ha avanzato la proposta di far vivere questa esperienza anche a Gioia del Colle, in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Gli Orti Ubani: una opportunità per Gioia del Colle

Prima fra le tante ragioni che hanno motivato questa proposta, la volontà di riportare il valore della terra al centro in un territorio, il nostro, le cui radici affondano in una forte vocazione agricola, ma che sta man mano perdendo molti saperi tradizionali gelosamente custoditi dal mondo contadino.

Connessa a questo obiettivo c’è la volontà di innescare un meccanismo virtuosa che permetta ai cittadini, attraverso la cura collettiva di un orto, di ridare valore alle periferie contribuendo nel proprio piccolo alla rigenerazione di alcune aree e aumentare i momenti di condivisione per riscoprirsi comunità, di auto-produrre e diventare consumatori più consapevoli dei nostri prodotti, a beneficio della nostra salute.

Come dimostrato dalle realtà che vivono già da tempo l’esperienza degli orti urbani sul territorio nazionale, un orto urbano può rendere i nostri centri cittadini più verdi e garantire accesso al cibo per chi ne usufruisce.

Orti Sociali a Gioia del Colle: nella proposta di Pro.di.Gio. un modello di partecipazione che coinvolge tutti i cittadini ed in particolar modo le fasce a rischio di marginalizzazione.

In quest’ottica Pro.di.Gio. ha immaginato un modello di partecipazione che coinvolga tutti i cittadini ed in particolar modo le fasce a rischio di marginalizzazione nella nostra comunità, in primis anziani, persone che vivono una condizione di disagio sociale ed extracomunitari.

Così come proposto all’Amministrazione il progetto prevede una fase “pilota”, di sperimentazione, di diciotto mesi, dopo la valutazione della quale l’iniziativa potrà essere rimodulata e replicata.

La collaborazione dell’Amministrazione sarà fondamentale sia per la concessione delle aree verdi da mettere a disposizione, sia da un punto di vista economico e di coinvolgimento della cittadinanza.

Spetterà ora alla stessa valutare la proposta fatta e decidere se supportarla, regalando ai cittadini di Gioia del Colle un’opportunità innovativa e virtuosa

5 punti per spiegare gli orti urbani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...