Dimezzata la TASI, cambia il modo di affrontare le richieste dei cittadini

La TASI (Tassa sui servizi indivisibili) impone ai proprietari di abitazioni e immobili il pagamento di un tributo che viene incontro alla erogazione di una serie di servizi, appunto detti “indivisibili”, ovvero costi sostenuti dal comune per: pubblica illuminazione, gestione del cimitero, anagrafe, polizia municipale, viabilità stradale, verde pubblico, servizi socio assistenziali, pubblica istruzione, protezione civile e servizio idrico pubblico. La collettività è tenuta a corrispondere un gettito stabilito per quest’anno 2018 nel 2.6 % della copertura del totale del costo di detti servizi.

Per il 2018 il gettito complessivo si prevede sia di 130.000 euro. Questi 130.000 euro verrebbero recuperati imponendo una aliquota pari a:

  • 1 per mille del valore catastale per i fabbricati rurali ad uso strumentale (capannoni agricoli);
  • 5 per mille del valore catastale per i fabbricati costruiti e destinati alla vendita fintanto che permanga tale destinazione e non ancora locati.

A riguardo l’Amministrazione Lucilla ha ritenuto opportuno predisporre un apposito emendamento, approvato in consiglio comunale, per il dimezzamento (da 1 a 0,5 per mille) dell’aliquota TASI per i fabbricati rurali ad uso strumentale per l’anno 2018. Questa riduzione tariffaria costerà di circa 40.000 euro, copertura che sarà individuata in sede di approvazione del bilancio.

La scelta va incontro alle esigenze dettate dalla crisi del settore agricolo-zootecnico, settore determinante per l’economia locale. L’Amministrazione comunale vuole supportare tale settore, con questa riduzione tariffaria, attraverso strumenti concreti che rispondano a bisogni reali ed oggettivi.

Questa proposta insieme a quella di costituire una commissione consiliare di studio per verificare la possibilità di ulteriori riduzioni delle tasse comunali e le possibilità per migliorare il servizio di riscossione, sono un piccolo ulteriore segnale di questa Amministrazione, impegnata nel rendere il sistema fiscale locale più equo, un sistema dove tutti pagano in proporzione ai servizi erogati.

 

Coalizione “Un Impegno…in Comune”

Movimento Pro.di.Gio. e Movimento Solidarietà e Partecipazione

loghi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...