Confrontiamoci sui Programmi

“Questo programma è stato il frutto di un lavoro di gruppo e di una autentica partecipazione attiva da parte di tutte le anime facenti parte della coalizione RiprediAmo Gioia.”

Un passaggio dell’introduzione del programma elettorale presentato dal polo civico rappresentato dal candidato sindaco Giuseppe Gallo recita così. È una frase scontata, forse persino inutile dal momento che ogni cittadino dovrebbe avere la certezza che chi si candida a governare abbia a cuore la città e i suoi abitanti. Peccato che questo lavoro di gruppo sembrerebbe essere stato, prevalentemente, una attività di ricerca di altri programmi.

Il beneficio di poter prendere spunto o ispirazione da altre realtà migliori della nostra è innegabile e addirittura auspicabile. Tuttavia, presentare un programma dove diversi paragrafi appaiono copiati alla lettera da altri programmi elettorali non rappresenta certamente la migliore base di partenza per chi si candida ad amministrare.

La fonte di maggior ispirazione è il programma presentato alla città di Mesagne dal candidato sindaco Emilio Guarini nel 2015 (i temi riguardanti politiche sociali, servizi sociali, lavoro e occupazione, sport e associazionismo sportivo, parte dell’urbanistica, mobilità sostenibile, ambiente, territorio e salute pubblica, economia, amministrazione, tributi, commercio e artigianato).

Le politiche giovanili sono sorprendentemente vicine a quelle prospettate dal candidato sindaco Corrado Guidi per la città di Bientina (Pisa) nel 2007: potremmo chiedere, a quasi 10 anni di distanza a questi giovani cittadini della piccola cittadina toscana se siano state efficaci.

Infine, un paragrafo (sui tributi) è tratto dal programma elettorale del candidato sindaco Meduri per la città di Melito Porto Salvo (Reggio Calabria) nel 2015.

Di seguito è riportato uno dei 20 estratti perfettamente sovrapponibile del programma del polo civico di Giuseppe Gallo, con la versione del programma di Mesagne, scritto l’anno scorso.

Estratto programma Gallo: “Nel campo dei servizi sociali, si intenderà intervenire su quattro differenti direttrici: a) Famiglia: potenziare sostegno ai nuclei famigliari a seguito di una adeguata verifica dell’effettivo stato di bisogno; evitando contributi a pioggia, ove possibile, incentivare i lavori socialmente utili (LSU) e lavori di pubblica utilità (LPU), sostegno al diritto allo studio delle categorie più disagiate mediante l’assegnazione di buoni pasto, libro, mensa; b) Anziani: gli anziani sono una risorsa. Ogni provvedimento amministrativo dovrà indicare esplicitamente qual è il possibile coinvolgimento degli anziani nella specifica attività. Sarà costituito un Comitato Consultivo Centrale e uno per ogni quartiere, in stretto raccordo con le Associazioni Anziani presenti oggi a Gioia. Sarà attivata una campagna permanente di educazione all’invecchiamento attivo e di impiego della popolazione anziana come forza volontaria, inserendola nel tessuto sociale con sperimentazioni di stage e laboratori con la scuola primaria ad esempio “accompagnamento a piedi” (progetto pedibus) e progetto “nonno vigile” per i bambini sul percorso casa-scuola in sinergia con associazioni di volontariato con la possibilità di agevolazioni fiscali per gli anziani coinvolti mediante il cosiddetto “baratto amministrativo.”

Estratto programma Guarini: “Nel campo dei servizi sociali, si intenderà intervenire su quattro differenti direttrici: a) Famiglia: sostegno ai nuclei famigliari a seguito di una adeguata verifica dell’effettivo stato di bisogno; sostegno al diritto allo studio delle categorie più disagiate mediante l’assegnazione di buoni pasto, libro, mensa; b) Anziani: gli anziani sono una risorsa. Ogni provvedimento amministrativo dovrà indicare esplicitamente qual è il possibile coinvolgimento degli anziani nella specifica attività. Sarà costituito un Comitato Consultivo Centrale e uno per ogni quartiere, in stretto raccordo con le tre Associazioni Anziani presenti oggi a Mesagne. Sarà attivata una campagna permanente di educazione all’invecchiamento attivo e di impiego della popolazione anziana come forza volontaria, inserendola nel tessuto sociale con sperimentazioni di stage e laboratori con la scuola primaria. Inoltre si favorirà l’istituzione dell’Università della Terza Età e la promozione di arti e mestieri presso la Banca del Tempo.”

Come è possibile notare leggendo i due estratti, sono praticamente identici, eccetto il nome delle due città e alcuni riferimenti specifici alle due diverse realtà.

È davvero stato necessario lavorare diversi mesi per ottenere questo risultato? È paradossale che dalla stessa coalizione si sia più volte levato l’invito a confrontarsi sui programmi, dopo che la nostra coalizione ha cominciato a parlarne a partire da dicembre dello scorso anno.

Che genere di confronto programmatico si ha in mente se buona parte del proprio programma (escludendo la parte relativo alla cultura) è ispirato ad altre realtà territoriali? Sono questi i presupposti del cambiamento tanto paventato da questa formazione politica? Non sappiamo se il candidato sindaco Gallo fosse stato a conoscenza di questa situazione, dal momento che è stato indicato come candidato solo poche settimane fa, o se la paternità di tutto ciò sia riconducibile ad altri componenti della sua coalizione. In ogni caso, se ne assume le responsabilità politica.

È con una frase pubblica di un componente del polo civico di Giuseppe Gallo, Vincenzo Lamanna, che è giusto chiudere questa nota: “Qui non si può andare avanti solo ed esclusivamente con l’onestà, ci vogliono delle capacità. E se qualcuno non è in grado di fare un programma come si deve, secondo me non deve assolutamente neanche avere la possibilità di accedere alla competizione elettorale”.

Tutto il materiale a supporto di queste dichiarazioni è liberamente scaricabile in rete e sarà messo a disposizione di chiunque ne faccia richiesta.

Programmi di
Giuseppe Gallo [Gioia 2016 – http://bit.ly/1UAAavK]
Emilio Guarini [Mesagne 2015 – http://bit.ly/1txXW5J]
Corrado Guidi [Bientina 2007 – http://bit.ly/1txXW5J]

 

Coalizione “Un Impegno…in Comune”

loghi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...