VISION – CULTURA E SVILUPPO: Gioia del Colle, città strategica al centro della Puglia

La rigenerazione e valorizzazione delle risorse culturali e produttive, attraverso politiche che incrementino la competitività del nostro territorio e potenzino le risorse umane e i servizi alla persona, proietteranno la città verso un ruolo strategico e centrale per il territorio sovralocale. Verrà recuperata la sua identità storico-culturale attraverso la valorizzazione di luoghi, mestieri, tradizioni ed il coinvolgimento sinergico di tutte le energie attive della comunità, allo scopo di stimolare l’economia locale attraverso lo sviluppo turistico, artigianale ed agroalimentare.

3352ab61-5c9e-4535-875c-c3a7d7b5aa0b

Gioia del Colle diverrà una città inclusiva, che si adatta alle necessità di tutti i cittadini, tale da soddisfare le attese delle persone in termini di vivibilità e benessere. L’innovazione tecnologica, l’alfabetizzazione digitale dei cittadini e lo sviluppo socio-culturale consentiranno la piena connessione al mondo. Ciò favorirà il cambiamento e incrementerà le opportunità di crescita della città: in essa ognuno potrà realizzare il proprio progetto di vita. L’efficienza burocratica e la riqualificazione urbana, uniti alla favorevole posizione geografica, sosterranno lo sviluppo imprenditoriale e turistico-culturale, moltiplicando le opportunità occupazionali ed il miglioramento della qualità della vita dei residenti. La creazione della città futura, configurata come città intelligente, dovrà fondarsi, quindi, su un progetto integrato e globale in cui approcci basati sul territorio si intersecheranno ad approcci che privilegeranno le capacità e le iniziative personali; questo per garantire uno sviluppo socio-economico equilibrato in cui la crescita dell’occupazione risulterà direttamente proporzionale all’alto livello di qualità della vita voluto per tutti i cittadini.

Per ristabilire un clima di fiducia, intendiamo dare un chiaro segnale individuando un referente in Giunta che sarà chiamato ad occuparsi degli appalti, al quale saranno assegnate anche la delega per la legalità e la trasparenza. Avere un referente unico per appalti e legalità è un segnale importante di come intendiamo amministrare la città: una boccata d’ossigeno per tutte le imprese oneste. Il tema della legalità si collega anche al tema della sicurezza del territorio, che appare, in questo momento storico, particolarmente sotto pressione. Intendiamo attivare percorsi di prevenzione, attraverso il coordinamento con le Istituzioni presenti sul territorio, e di formazione, contrastando la cultura dell’illegalità e del gioco d’azzardo.

Si introdurranno i sistemi di street control e si attiverà la procedura per sottoscrivere il protocollo “Mille occhi sulla città” già condiviso da Anci e Prefetture. Il tema degli appalti è direttamente correlato con le politiche urbanistiche, decoro urbano e promozione del territorio. Anche in questo caso ci sarà un unico referente in Giunta per veicolare un messaggio che, a Gioia, è innovativo: le politiche urbanistiche devono essere al servizio della crescita del territorio e non sottomesse agli interessi dei singoli. Per far ciò, in primo luogo, sarà necessario definire delle regole certe per l’utilizzo del territorio.

È improcrastinabile la definizione del nuovo PUG che superi l’attuale strumento urbanistico, che ha oltre quarant’anni e non è adeguato alle nuove previsioni normative. Regole certe che serviranno ad evitare che interpretazioni maldestre, effettuate nell’interesse di pochi, possano creare pregiudizio ad imprenditori e cittadini. Il PUG dovrà contenere anche previsioni atte a valorizzare i contesti storici e rivitalizzare la zona industriale e artigianale. Le nuove previsioni urbanistiche dovranno servire a creare i presupposti per lo sviluppo della città, motivo per il quale la delega all’urbanistica è accompagnata a quella per la promozione del territorio, del decoro urbano e della mobilità sostenibile.

La promozione del territorio sarà effettuata anche e soprattutto attraverso la promozione delle “culture” del territorio. La chiave di volta dello sviluppo sarà la valorizzazione delle risorse culturali, delle arti e delle eccellenze locali. Gioia del Colle deve diventare “palcoscenico delle culture” attraverso il progetto “Sette arti” e la pianificazione per essere inserita nei percorsi di Borghi Autentici d’Italia e Città d’Arte di Puglia. L’inserimento in questi percorsi consentirà a Gioia di incrementare le presenze turistiche che sono già importanti per il nostro Comune. Infatti, i dati dell’osservatorio regionale sul turismo di Puglia Promozione evidenziano che Gioia, con quasi 27mila presenza nell’anno 2014, è apprezzata dai turisti, tanto da superare comuni quali Locorotondo, Conversano, Altamura.

La nostra visione “inclusiva” delle culture porta ad abbinare a questa delega anche quella per la mediazione culturale, affinché vi sia un percorso di crescita dell’intera popolazione cittadina, comprendendo gli immigrati residenti che rappresentano una porzione di popolazione sempre più rilevante.

Queste politiche sono naturalmente collegate alle politiche del welfare, benessere sociale e pari opportunità, il cui fine sarà quello di sviluppare le politiche attive di inclusione di tutte le persone disagiate, i disoccupati, cercando di perseguire la parità di opportunità che la Costituzione riconosce a tutti i cittadini. In altre parole, cercheremo di utilizzare le forme di sostegno al reddito per reindirizzare le persone in un percorso di inclusione sociale, anche lavorativo, utilizzando strumenti che la legislazione attuale mette a disposizione. Inoltre, l’attenzione sarà rivolta alle persone che si trovano in temporanea difficoltà, con l’istituzione del Pronto Intervento Sociale.

Pari opportunità che spettano anche ai giovani, una fascia d’età che spesso viene trascurata dalle politiche attive dell’amministrazione e che, troppo spesso, è costretta a dover lasciare il nostro territorio per mancanza di opportunità. Per favorire il collegamento tra giovani e politica si proporrà di stipulare un protocollo di intesa tra amministrazione comunale ed istituti scolastici di secondo grado per la realizzazione di attività in favore degli alunni che portino allo sviluppo di un maggior senso civico ed alla conoscenza dei meccanismi istituzionali che amministrano la città. L’obiettivo finale è individuare degli organismi di rappresentanza dei giovani che possano proporre delibere con obbligo di valutazione da parte dell’Amministrazione, come se fossero state presentate da un Consigliere Comunale. Questo approccio si estenderebbe anche ai Comitati di Quartiere, altro strumento di promozione della partecipazione attiva dei cittadini che intendiamo istituire ufficialmente e sviluppare su tutto il territorio comunale.

Per quanto riguarda la possibilità di creare maggiori opportunità intendiamo perseguire politiche di formazione volte alla promozione dell’autoimprenditorialità e a prevedere spazi dove valorizzare start up di giovani neo laureati che abbiano dimostrato di avere idee innovative nel campo del turismo culturale e dell’innovazione tecnologica.

 

Coalizione “Un Impegno…in Comune”

loghi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...