Riorganizzazione della Struttura Amministrativa

Martedì 31 maggioalle ore 19,30 – presso la sede elettorale in Via Carducci, 30 – affronteremo il tema della riorganizzazione della struttura amministrativa del Comune di Gioia del Colle. Un tema certamente complesso e delicato che attiene non solo al rinnovamento dei processi burocratici, ma anche alla gestione delle Risorse Umane. Parleremo di come il gruppo di lavoro si è accostato all’argomento durante la predisposizione del programma elettorale e della nostra idea di come rinnovare l’approccio nella gestione del personale.

santino-elettorale-magistro-1

I pregiudizi che nell’immaginario collettivo ruotano intorno al dipende pubblico sono numerosi, considerato spesso pigro e poco flessibile nello svolgere le proprie mansioni, un burocrate ingessato in cavilli burocratici.

Cercheremo di sfatare questi pregiudizi, perché appaiono spesso riduttivi e non permettono di guardare oltre, all’insieme delle problematiche che interessano le pubbliche amministrazioni.

Partiamo dal rilevare che il numero dei dipendenti pubblici in Italia è sempre più ridotto (nel 2014 il numero è sceso sotto la soglia dei tre milioni, nel 2011 superavano tale soglia). Lo rileva la Ragioneria Generale dello Stato, spiegando che questo è l’effetto delle limitazioni del turn over e della stretta sui pensionamenti e che proseguendo su questa strada anche l’età media continuerà a salire, nel 2016 si presume supererà i 50 anni. Aggiungiamo poi il blocco dei rinnovi contrattuali per il periodo 2010-2015. La spesa per il pubblico impiego in Italia pesa per l’11,1% del Pil. Nel nostro Paese si contano 58 impiegati nella Pubblica Amministrazione ogni mille abitanti, ai livelli della Germania (54), in Svezia sono 135. L’Italia risulta l’unico paese in cui, negli ultimi dieci anni, il numero dei dipendenti pubblici si è ridotto.

Se consideriamo il ruolo fondamentale che ogni organizzazione pubblica ha, che è quella di regolare il soddisfacimento di determinate esigenze sociali, capiamo che con sempre meno risorse umane e finanziarie rispondere a queste domande sociali sarà sempre più complicato.

Un altro aspetto peculiare del lavoro svolto in un’amministrazione pubblica è lo stretto legame con la politica. I rapporti tra politica e amministrazione dovrebbero essere separati: i politici prendono le decisioni e a chi amministra spetta il compito di recepirle ed attuarle. Tuttavia sappiamo che da sempre l’azione amministrativa è stata condizionata o collegata a specifici interessi, gruppi di pressione e partiti politici.

Il lavoro da fare sarà dunque complicato, ma non impossibile! E’ necessario innescare un nuovo modo di gestione della cosa pubblica, con la politica che deve tornare al suo ruolo: dare il giusto indirizzo all’azione amministrativa. Occorre intervenire sulla cultura prevalente dell’agire amministrativo, puntando sul cambiamento dei comportamenti, individuando chiaramente chi fa che cosa, attraverso quali procedure e con quali risorse. Puntare poi alla valorizzazione delle competenze, che sono l’esito di un processo di apprendimento continuamente mutevole. Devono essere scoperte, stimolate, indirizzate e difese dall’obsolescenza.

Ricordiamoci che la gran parte dei lavoratori del settore pubblico svolge con impegno la propria attività. Questa maggioranza purtroppo comunica male tale impegno e la sensazione generalizzata è negativa. Sarà quindi indispensabile portare un cambiamento anche nel modo in cui si deve intendere l’azione pubblica da parte di coloro cui essa è diretta, i cittadini.

 

di Maria Elena Magistro – candidata consigliere Coalizione “Un Impegno…in Comune”

loghi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...