Dimissioni!!

Non possiamo che esprimere profonda amarezza per il fatto che ancora una volta, in meno di due anni, Gioia del Colle sia finita alla ribalta della cronaca nazionale per eventi di gravissima portata, quali l’arresto del Sindaco, dell’ex vice sindaco e di un imprenditore, più gli arresti domiciliari per altri funzionari dell’Ufficio Tecnico.

Queste vicende dovrebbero avere come naturale conseguenza le immediate dimissioni dello stesso Sindaco e dei Consiglieri Comunali che ancora siedono tra i banchi della maggioranza.

Dalle notizie che emergono in questi giorni sembra che il Sindaco abbia respinto tutte le accuse e che l’unico responsabile sia Franco Ventaglini. Quest’ultimo però non aveva più deleghe né incarichi dopo l’arresto del giugno 2013 (per quelle vicende oggi rinviato a giudizio), tanto da arrivare a querelarci per aver inserito la sua foto su un manifesto in cui era rappresentata la Giunta al completo, sostenendo di non esserne più parte e quindi di non avere responsabilità nella gestione amministrativa del Comune.

Adesso invece ammette che poteva tranquillamente influenzare le gare d’appalto?  Certo non spetta a noi emettere sentenze e la magistratura dovrà fare serenamente il suo lavoro, ma di chi è la responsabilità politica di tutto questo?

Il Movimento Pro.di.Gio., spesso accusato di fare demagogia e populismo, ha sempre difeso e sostenuto con forza i principi di trasparenza e legalità, uniche vie percorribili per raggiungere una crescita non solo economica, ma anche umana e culturale di un paese che deve svincolarsi dall’idea che sia sempre necessario ricorrere al favore della politica per poter ottenere lavoro ed appalti. Fino ad oggi abbiamo sottoposto all’attenzione della cittadinanza e degli organi competenti numerosissime denunce. Proseguiremo su questa strada perché quello che è successo ci dimostra che avevamo ragione. Vogliamo con forza che questa Giunta si sciolga o per propria iniziativa o attraverso le dimissioni di nove Consiglieri che, firmando davanti ad un notaio incaricato, porterebbe alla caduta di questa amministrazione. Martedì 10 febbraio Donato Lucilla e gli altri sei Consiglieri di opposizione si recheranno dal notaio D’Abbicco per rassegnare le proprie dimissioni. Ci auguriamo che presto altri Consiglieri si uniscano e pongano fine a questa brutta pagina di vita politica del nostro paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...