Zitto e paga!

Zitto e paga! Si riassume con queste due sole parole l’attuale regime che sembra governarci, incurante del nostro diritto di conoscere come vengano utilizzati i soldi pubblici. E quando qualcuno ha l’ardore di chiedere spiegazioni e chiarimenti su come l’elefantiaca macchina burocratica inghiottisca così facilmente i nostri denari, succede normalmente di esser completamente ignorati o che si venga trattati come intrusi.

La SPES, partecipata comunale per circa l’80%, azienda controllata e gestita grazie ai nostri soldi, negli ultimi anni si è distinta per bilanci sempre in negativo e servizi, a mio parere, degni delle zone più disastrate della nostra Nazione. Esemplare l’incapacità dimostrata nell’attuare un piano industriale per la valorizzazione delle proprie attività, nonché per l’inefficacia nella raccolta differenziata.

L’Amministratore Delegato, dott. Mancazzo, alle legittime richieste dei Consiglieri Lucilla e Cuscito, di conoscere come vengano spesi i nostri soldi (compensi, consulenze, gettoni presenze, contenziosi, contratti, ecc….), risponde imbastendo un trattato di opportunità giuridica ed esigenze di riservatezza e privacy.

In un momento in cui il cittadino è tartassato all’inverosimile con tasse come la Tares, dare un segno di trasparenza e collaborazione sarebbe il minimo. Esser poi capace di attuare un piano industriale dignitoso, attraverso una gestione della SPES che abbatta i costi dei servizi offerti, sarebbe il minimo dovuto. Aspettarsi che il Segretario Comunale possa rispondere ad una delle tante richieste, è ormai come sperare in un miracolo. Tra i tanti errori e dietrofront sugli atti emessi, credere che possa assicurare, come da norma, una risposta precisa e puntuale alle richieste fatte dai rappresentanti di oltre 5000 cittadini gioiesi, potrebbe rilevarsi una pura utopia.

L’arroganza dimostrata quotidianamente dall’amministrazione comunale e da tutti coloro che sono direttamente o indirettamente collegati ad essa, come la stessa SPES, sono il risultato di anni di complicità dell’elettorato che ha sempre legittimato col proprio voto un sistema politico basato sul clientelismo e il voto di scambio.

Occorre dimostrare che le cose stanno cambiando. Sarà quindi fondamentale per tutti i cittadini essere presenti alla Conferenza che si terrà lunedì 31 marzo – alle ore 18,30 – nel Chiostro comunale in cui si parlerà di raccolta differenziata, riciclo, riuso, produzione di energia e vedrà anche la presenza, tra gli altri, del dott. Mancazzo.

Non mancate, facciamoci sentire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...