Presentazione del Progetto “PASSAGGI DI VISTA”

Sabato 25 gennaio – alle ore 18,00 – presso la Sala De Deo – sarà presentato il progetto del sottovia ciclo-pedonale di via Dante, “Passaggi di vista”. Con questa iniziativa il Movimento Pro.di.Gio. presenta un’ipotesi alternativa agli impianti “Ettometrici” (comunemente chiamati “Ascensori”) per l’attraversamento del fascio ferroviario.

Il progetto riprende l’ipotesi di un ampio sottopasso pedonale e ciclabile, in termini completamente diversi dalle scale e rampe laterali attualmente realizzate. Il sottovia ciclo-pedonale proposto permette il mantenimento della viabilità carrabile laterale i binari e di attraversare il fascio ferroviario a piedi ed in bici, comodamente, in sicurezza, guadagnando anche una nuova piazza urbana, evitando la “frattura”, fisica e visiva, tra due parti della città, ed evitando l’incubo di ascensori chiusi che raggiungono un ponte sopraelevato, anch’esso chiuso, con un impatto ambientale tremendo, che funzionano grazie all’elettricità ed a necessarie, costanti e costose manutenzioni.

Basti far riferimento alle numerose esperienze simili realizzate in Italia, tutte dall’esito infausto: i casi di degrado degli ascensori sovrappasso di Palermo e Venezia, i costi ormai ingestibili di quelli di Genova, i due anziani bloccati negli ascensori di Ostia-Lido per un guasto (si vedano foto allegate).

Da anni si discute della questione “chiusura del passaggio a livello” e relative conseguenze. In passato altri hanno accennato ad un sottovia, ma si obiettava che non sarebbe stato possibile raggiungere la profondità necessaria per un sottovia carrabile. Per uno ciclo-pedonale, invece, tale profondità è raggiungibile, infatti, è la stessa delle fondazioni degli “Ascensori”.

Anche se i lavori per la realizzazione di questi “Ascensori” non sono stati ancora appaltati, forse è tardi, forse è tutto deciso, forse già si sa come andrà a finire…però forse non è tardi per mostrare un modo nuovo di partecipare alle trasformazioni della propria città, per risvegliare alcune coscienze sul tema della qualità degli spazi pubblici e per uscire dalla mentalità clientelare e per nulla trasparente, che ci circonda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...