Revocati i permessi a Lucilla…facciamo chiarezza

Nell’ ultimo numero di GioiaOggi del 25.01.2013, è stato pubblicato un articolo dal titolo “Revocati i permessi a Lucilla”, in merito al quale corre l’obbligo di evidenziare la mancanza di alcuni dettagli indispensabili ad una corretta interpretazione dei fatti da parte dei lettori.

Pur comprendendo che i virgolettati sono espressioni personali di cui ognuno si assume la responsabilità e che permettono a ciascuno di supportare la propria linea, anche mistificando la realtà o strumentalizzando ad arte parte di essa, non è accettabile in un articolo la mancanza di elementi asettici che poi determinano il quadro di riferimento entro cui ricercare la verità.

Donato Lucilla, consigliere comunale per il movimento Pro.di.Gio., è stato ammesso, dopo una prova di selezione, a frequentare il corso per giovani amministratori tenuto dall’ANCI, così come riportato in un articolo pubblicato a settembre sul nostro blog. Omettere che il Consigliere Lucilla, prima di frequentare il corso, abbia effettuato regolare richiesta di autorizzazione al Segretario Comunale e che lo stesso Segretario, in forza delle sue competenze e conoscenze legislative, abbia autorizzato tale frequenza, con il rimborso per la sola parte inerente ai permessi lavorativi, induce ad una falsa visione della realtà.

Il Segretario Comunale è colui che, lautamente pagato e premiato, ha la responsabilità della correttezza delle procedure amministrative messe in atto. L’articolo, non riportando questi dati, induce il lettore a formulare la propria opinione solo sulla base di quanto dichiarato dallo stesso Lucilla o dall’Assessore Donvito, in modo fazioso e senza nessuna possibilità di stabilire la verità dei fatti. D’altra parte, un articolo così proposto potrebbe far pensare che il tutto sia stato confezionato per supportare editorialmente l’ex direttore della testata, lo stesso Assessore Filippo Donvito, mettendo seriamente in pericolo la credibilità e la professionalità di chi scrive su quella testata.

Certi che i successivi articoli terranno in debito conto più i fatti che le opinioni o le dichiarazioni, vere o false che siano, ci auguriamo una rettifica dell’articolo nella prossima edizione.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...