Riflessioni di un cittadino dopo un consiglio comunale

Sono un cittadino di Gioia del Colle che, il 27 novembre scorso, ha deciso di assistere per la prima volta ad un Consiglio Comunale, poiché gli argomenti in agenda mi sembravano meritevoli di particolare attenzione.

Tra gli altri, in particolare, si è parlato della “pista ciclabile” e di “assestamento bilancio”.

 In merito al primo argomento, sollevato dal consigliere Cuscito, che evidenziava lo spreco di 250.000 euro, il Vice Sindaco ha relazionato in Consiglio, rappresentando la vicenda dalle sue origini all’attuale situazione di inutilità e pericolosità.

La sintesi della relazione non era altro che “l’apoteosi dell’irresponsabilità”, in poche parole “tutti hanno sbagliato, nessuno è responsabile”.

Questo modo di affrontare i problemi della collettività e di non tenere in alcun conto le limitate risorse a disposizione fanno di questo comportamento il peggiore modo di fare “Politica”. Mi ha lasciato molto perplesso il comportamento del Sindaco che, quantomeno, quale rappresentante di tutti noi Cittadini, avrebbe dovuto richiedere un approfondimento nominando una “Commissione d’inchiesta”.

A nulla sono servite le precisazioni del Consigliere Cuscito relativamente al danno provocato alla collettività.

Purtroppo questo è un problema che, anche in molte altre circostanze, non ha prodotto l’individuazione di responsabilità da parte di coloro che partecipano al procedimento amministrativo e decisionale. Una Società che opera, non tenendo conto della responsabilità dei suoi “Amministratori e Funzionari, è una Società destinata al fallimento.

 In merito all’argomento “assestamento bilancio”, tecnicamente ineccepibile, non posso non evidenziare la assoluta indifferenza dimostrata da tutti i consiglieri di maggioranza e dallo stesso Sindaco circa le motivazioni “Politiche” che avevano richiesto l’applicazione delle aliquote IMU (applicate al massimo) ed il successivo impiego degli stessi fondi. La minoranza, d’altro canto,  dato l’estremo ritardo con cui era pervenuta la documentazione del caso, eccepiva l’impossibilità ad esprimersi per il limitatissimo tempo avuto a disposizione. Lo stesso Sindaco, allontanatosi più volte durante la “Relazione tecnica” non ha sentito la necessità di intervenire.

In conclusione, a parte parole di circostanza ascoltate nei vari comizi durante la campagna elettorale, ho avuto la sgradevole sensazione che ai nostri amministratori non interessi assolutamente nulla della Cittadina che amministrano e dei suoi problemi.    

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Pierlugi Mancino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...