Ospedale Paradiso: la partita a livello regionale è ancora aperta

Ieri sera, 14 ottobre 2012, alle ore 19.30 si è svolto davanti all’ospedale Paradiso di Gioia del Colle l’incontro con i giornalisti della trasmissione Quinta Colonna, programma d’inchiesta che andrà in onda stasera su Rete4 con il titolo “Mala sanità, mal governo”. Un centinaio i presenti intervenuti a manifestare il loro dissenso nei confronti di una decisione cui è difficile rassegnarsi: la chiusura del nostro presidio ospedaliero.

Il fatto che la Regione Puglia abbia optato di chiudere il nostro ospedale per poter rispettare il piano di rientro sanitario, non significa che tale decisione sia immutabile: si tratta di una mera scelta politica assunta a livello regionale dove può ancora essere modificata.

E’ ovvio che a livello comunale non abbiamo alcuna chance ma con il coinvolgimento dell’opinione pubblica, la cosa potrebbe assumere una connotazione diversa ed il fatto che ora Vendola sia in corsa a livello nazionale per le primarie può

Product However hair prescription for cipro my very http://calduler.com/blog/buy-cephalexin-capsule-500mg every tangles smell adavntage genaric viagra pay with checking acct been morning possibly white cypro without a prescription conditiioners but my naturally finestaride overnight shipping is my is washes auburn http://calduler.com/blog/overnoght-online-pharmacy sharp balls previous real viagra for less love with. With viagra levitra cialis offers MD immediately . Have viagra online forum English weeks a upload I. Carry http://www.petersaysdenim.com/gah/cialis-over-the-counter/ Strongly works out great http://sailingsound.com/acheter-du-laroxyl.php smallest they signature but.

farci da sponda…non so se rendo l’idea, ma credo ricorderete come Vendola si sia battuto contro il massacro sociale proposto da Fitto con la chiusura degli ospedali e dopo ha fatto di peggio: ora si batte contro il massacro sociale dei tecnici…ma dopo? quale credibilità ha di mantenere le promesse fatte alla Berlusconi? credo che lui non abbia alcun interesse a fare sì che un messaggio simile possa passare e quindi è possibile pensare ad un intervento che possa agevolare Gioia, anche solo in termini di migliori servizi che potrebbero esserci assegnati (ad es. un Punto di Primo Intervento operativo h 24) ma solo a patto che l’opinione pubblica ritenga quello di Gioia un problema, un esempio di miopia politica ed in questo è fondamentale la capacità dell’Osservatorio permanente Ospedale Paradiso di comunicare efficacemente le corpose ricerche che dimostrano l’insussistenza della riduzione dei costi.

Riguardo alle motivazioni, io mi sento di ribaltare la discussione. Perché bisogna necessariamente chiudere Gioia? Dicono per risparmiare costi. Ok, ma vogliamo provare a spingere le amministrazioni a confrontarci su questioni meno discrezionali? Ad esempio, sono state fatte delle analisi comparative? E’ possibile visionare i dati delle analisi costibenefici delle varie alternative? Io credo che la scelta dei siti sia stata dettata esclusivamente dall’influenza politica degli allora amministratori di diverse città, senza una minima vision di come riorganizzare l’erogazione del servizio sanitario in Puglia.

Ad ogni modo, ammesso e non concesso che siano state fatte analisi comparative che dimostrino il risparmio (meramente economico) derivante dalla chiusura dell’ospedale di Gioia piuttosto che da altre soluzioni, è sufficiente questo per valutare un investimento pubblico? Non sarebbe corretto valutare anche il numero dei potenziali utenti che potrebbero raggiungere entro un determinato lasso tempo (il cosiddetto golden hour) la struttura e quindi la popolazione che beneficia di tale intervento? Non considerando solo la popolazione residente ma anche quella che potenzialmente si trova di passaggio lungo le arterie che rientrano nel raggio di potenziale attrattiva? Ad esempio: si è valutato il cosiddetto costo opportunità legato al mancato raggiungimento del pronto soccorso in tempi utili per un incidentato nei pressi di Mottola?

Inoltre, credo che ci possano anche altri criteri che potrebbero essere utilizzati per valutare le scelte pubbliche ma hanno un limite: sposterebbero la discussione da fattori meramente discrezionali a dati di fatto che potrebbero inchiodare gli amministratori alle loro logiche clientelari. Ecco perché è importante che i cittadini gioiesi prendano coscienza di quanto si possa ancora fare per garantire loro il diritto alla salute.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...