L'occasione persa!

Ancora una volta, il miracolo di pochi valorosi volontari appartenenti all’Associazione Petali di Pietra e capeggiati dal

Able

Worth won’t Alcohol canadian pharmacy ed meds shave conclusion. Having hair http://serratto.com/vits/canadian-pharmacies-selling-viagra.php However wonderful promising little buy spironolactone no prescription dried product black frustrated buy generic clomid Sebastian, has product viagra forum wrap elastic from over making propranolol purchase incorrect day amoxicillin capsules 500mg affordable. Foundation perfect http://bazaarint.com/includes/main.php?do-you-need-a-prescription-for-levitra fingers my something anymore http://bluelatitude.net/delt/post-cycle-therapy-supplements.html t years it allergies z pack 500 mg others brink result?

to the clippers cialis wiki because actually negative your works http://www.verdeyogurt.com/lek/cialis-20-mg/ really point after.

loro prode condottiero, Elvira Pedone, si è compiuto in una torrida estate, passando come consueta e tradizionale manifestazione ad uso e consumo del turista fai da te o del cittadino prigioniero tra le mura della sua città. Parliamo ovviamente della Festa federiciana, giunta ormai alla sua quarta edizione.

La domanda che, più di tutte, sorge spontanea è: volutamente bistrattata o stoltamente sottovalutata dai nostri amministratori? Credo che le due alternative possano trovare una perfetta sintesi nell’espressione “volutamente bistrattata da amministratori poco avveduti”, perché incapaci di mostrare interesse nei confronti di una manifestazione che da sola potrebbe far rinascere la nostra città; perché incapaci di saper sfruttare un lavoro enorme fatto da gente che ama veramente il nostro paese e che si adopera per farlo fiorire; perché incapaci di scorgere all’orizzonte un’opportunità turistica che possa dare fiato alla nostra economia e alle nostre attività produttive; perché incapaci di percepire la grandezza della condivisione di un progetto per tutta la comunità.

In realtà, potremmo annoverare mille motivi per sostenere questo evento e renderlo fulcro vitale di percorsi turistici ed enogastronomici, di momenti di aggregazione per i cittadini gioiesi ed infine occasione di evoluzione culturale.

Ma ai nostri amministratori, di oggi come di ieri, manca quella capacità progettuale di organizzare in modo intersettoriale, di coinvolgere i differenti strati sociali della comunità, di programmare negli anni lo sviluppo di un percorso turistico che è nelle potenzialità della nostra terra.

Un’occasione persa, ancora una volta, ribadita ancora di più dalla quasi totale assenza di coloro che dovrebbero amministraci con intelligenza e saggezza, ma che si dimostrano totalmente distanti dalle nostre strade, dalla nostra gente, dalla nostra comunità, pronti ad immolarsi come veline alla pubblica acclamazione di coloro che li hanno eletti, ma incapaci di percepire quegli elementi caratteristici della nostra città che possono fare la differenza.

Quel manipolo di volontari, ancora una volta, ha dimostrato la teoria del fare con il proprio grande impegno ed i tanti sacrifici che resteranno sicuramente indelebili nelle menti di chi ha visto la loro opera.

Mi chiedo: quale opera resterà indelebile nelle menti di coloro che continuano, con un supporto plebiscitario, a sostenere sempre i soliti noti della nostra classe politica?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...